ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Davide Van De Sfroos - concerto a San Siro
07/06/2017

Davide Van De Sfroos
9 giugno 2017 – ore 20,30
Concerto a San Siro

Dialetto, pane e salame. È con queste premesse che tra pochi giorni, il 9 giugno, salirà sul palco di San Siro - uno dei più ambiti dell’intero panorama italiano, se non addirittura il più ambito – Davide Van De Sfroos, nome d’arte di Davide Bernasconi, il “cantore del Lago di Como”. E ovviamente Confagricoltura Lombardia, con le sue sedi provinciali, tra cui quella di Brescia, non poteva non esserci: e difatti fornirà i prodotti tipici per l’hospitality, in particolare il Grana Padano e, immancabili, le bollicine della Franciacorta. “Lavorare con Davide per questo evento è una grande opportunità. Il nostro ruolo sarà quello di deliziare gli ospiti dell’area riservata. Del resto, abbiamo percorsi comuni: gli artisti sul palco sposano le tradizioni popolari dei nostri luoghi”, è stato il commento di Giovanni Garbelli, vicepresidente di Confagricoltura Lombardia. E difatti sul palco, oltre a Bernasconi, si esibiranno all’incirca altri 20 musicisti, quasi fosse una band allargata. Del resto, “nel momento in cui si è manifestata l’ipotesi di entrare in un luogo come San Siro si sono messi in moto diversi meccanismi. In fondo siamo tante voci territoriali, non abbiamo grandi sponsor. La gente compra i dischi, impara le canzoni a memoria anche se non conosce il dialetto e ci apre tante strade – sono state le sue parole. – A 52 anni quando hai la possibilità di suonare in certi posti, non fai tanti calcoli”. E ovviamente, quando si è in compagnia, fondamentale è anche l’aspetto gastronomico: “Altro che fast-food, sarà il nostro territorio a farla da padrone”. E non a caso, per la conferenza stampa pre-evento, il cantautore ha scelto proprio la sede bresciana di Confagricoltura, con il vice-presidente regionale Giovanni Garbelli (bresciano) a fare gli onori di casa. “L’abbinamento non è per nulla curioso se si considera ‘l’aria di casa nostra’ che attraversa tutta la produzione folk di Van De Sfroos”.
E indicative sono, a tal proposito, le parole dello stesso cantante: “Il concerto a San Siro è la dimostrazione che il nostro non è un linguaggio naïf, bensì universale. E poi è l’occasione giusta per ribadire un’appartenenza, testimoniando un modo di vivere legato alla terra: non per tornare indietro, quanto piuttosto per rallentare e rimanere dentro il nostro tempo, che altrimenti ci sfugge”.

clicca qui per scaricare la news

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 13065481 credits