ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Trecento aziende associate chiedono la convocazione dell'assemblea dell'Associazione Allevatori di Cremona
12/01/2018

In una lettera circostanziata, inviata ai commissari dell’Associazione Provinciale Allevatori di Cremona, Claudio Destro e Davide Bottini, e per conoscenza alle amministrazioni vigilanti, 280 aziende associate hanno chiesto la convocazione con urgenza dell’assemblea dell’Associazione.
Gli allevatori cremonesi lamentano il protrarsi del commissariamento istituito circa 9 mesi fa da parte dell’AIA, che viene rinnovato periodicamente senza prevedersi un ritorno alla gestione ordinaria in tempi definiti.
Alla luce delle più recenti notizie circolanti sulle iniziative e sull’operato del collegio commissariale - che non sembra aver fatto molto per il rilancio della struttura di proprietà degli allevatori cremonesi e che rischia quindi di disperdere in modo inaccettabile un rilevante patrimonio finanziario e di competenze al servizio degli allevamenti – i firmatari della richiesta, formulata nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 18 dello statuto associativo, vogliono conoscere la natura e le motivazioni delle iniziative assunte, nonché l’evoluzione della situazione economico-finanziaria di APA nel periodo di commissariamento.
Ad avviso dei proponenti, che pretendono chiarezza e trasparenza gestionale, è necessario che l’assemblea dei soci sia doverosamente e compiutamente informata della natura dei provvedimenti adottati a completa tutela degli interessi dei soci, che l’organo commissariale non può, nello svolgimento delle funzioni, mettere in alcun caso a repentaglio.

clicca qui per scaricare il comunicato stampa


C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 13458864 credits